legge n.77/2020

La legge n.77/2020 converte il  DL Rilancio: le misure in materia di energia

Numerose le novità della nuova legge: il Superbonus 110% è stato esteso alle seconde case, al solare termico, alle caldaie a biomassa e al teleriscaldamento.

Con la legge del 17 luglio 2020 n. 77  è stato convertito in legge il cosidetto Decreto Rilancio. Diverse sono le novità rispetto al Decreto, qua sotto segnaliamo le più importanti per il nostro settore:

Variazioni al Superbonus 110%

È stato diminuito e differenziato l’ammontare di spesa per gli interventi di isolamento termico, che varia tra i 50.000 e i 30.000 euro a seconda che si tratti di edifici unifamiliari o di edifici composti da più unità immobiliari. Per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali, l’ammontare varia tra i 20.000 e i 15.000 euro. Per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione l’ammontare rimane invariato.

Inoltre, per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali, si aggiungono l’installazione di pannelli solari termici e l’allaccio a reti di teleriscaldamento (per i comuni montani).

A questi ultimi due provvedimenti si aggiungono anche agli interventi previsti per la sostituzione di impianti di climatizzazione, con in più le caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A e le caldaie a biomassa, queste ultime solo in caso di aree non metanizzate.

I beneficiari del Superbonus

Si aggiungono altre due categorie: organizzazioni non lucrative di utilità sociale e associazioni e società sportive dilettantistiche. Inoltre, possono beneficiare dell’agevolazione anche i proprietari di seconde case.

Interventi di demolizione e ricostruzione

Sono stati ammessi all’agevolazione anche gli interventi di demolizione e ricostruzione ed è stata introdotta una deroga per gli edifici sottoposti a vincoli paesaggistici e per quelli a cui sono posti vincoli da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali.

Cessione del credito e sconto in fattura

Due sono le modifiche sostanziali:

  1. Lo sconto in fattura che ora potrà essere esercitato a ciascuno dei due stadi di avanzamento lavori;
  2. Il rinvio della data entro cui l’Agenzia delle entrate deve emanare il provvedimento con le modalità attuative, sia per la cessione del credito che per lo sconto in fattura: ora è stato disposto che venga pubblicato entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge, e cioè entro il 18 agosto 2020.

Novità per le comunità energetiche

Il Superbonus 110% sarà riconosciuto anche per la realizzazione di comunità energetiche fino a 200 kW. La legge di conversione, prevede infatti l’accesso all’agevolazione anche per i condomìni che costituiranno una comunità energetica.

Inoltre, la legge prevede l’estensione da 20 a 200 kW della detrazione fiscale del 50%, per gli impianti a fonti rinnovabili da parte di soggetti che aderiscono alle comunità energetiche. Inoltre, si porecisa che esse non costituiranno svolgimento di attività commerciale abituale.