Legge Milleproroghe 2020
La legge Milleproroghe pubblicata in Gazzetta Ufficiale: sintesi delle misure in materia di energia

La legge 28 febbraio 2020, n. 8 ha convertito in Legge il Dl 162/2019 (c.d. Milleproroghe). Queste sono le più importanti novità in materia di energia:

Autoconsumatori e comunità energetiche rinnovabili

I consumatori di energia elettrica possono diventare autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente, nonché realizzare comunità energetiche rinnovabili. Chi partecipa alle comunità energetiche deve produrre energia destinata al proprio consumo con impianti (non superiori a 200 kW) alimentati da fonti rinnovabili. Le reti di distribuzione possono essere utilizzate per condividere l’energia prodotta.

Mercato libero

Le piccole imprese dovranno passare al mercato libero a partire dal 1° giugno 2021, mentre le microimprese e i clienti domestici dovranno farlo a partire dal 1° gennaio 2022

Incentivi biogas per le aziende agricole

Per gli impianti alimentati a biogas con potenza elettrica non superiore a 300 kW, sono stati prorogati a tutto il 2020 gli incentivi introdotti dalla legge di bilancio 2019. Gli impianti in questione riguardano quelli istallati all’interno del ciclo produttivo di un’impresa agricola, in cui l’energia prodotta sia finalizzata all’autoconsumo.

Mobilità sostenibile: moto, auto e barche

Moto e scooter elettrici o ibridi: prorogato per tutto il 2020 l’incentivo per chi acquista moto e scooter elettrici o ibridi, di potenza inferiore o uguale a 11 kW. Il contributo è pari al 30% del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 3.000 euro.

Auto elettriche o ibride: il contributo varia dai 2.500 euro ai 1.500, a seconda che ci sia o meno la rottamazione, e  riguarda veicoli con emissioni di C02 da 21 a 60 g/km. Per la rottamazione vengono incluse le classi da Euro 0 a Euro 4.

Imbarcazioni elettriche: sarà introdotta una tariffa dedicata per la fornitura di energia elettrica, erogata da impianti di terra alle imbarcazioni elettriche ormeggiate in porto, con potenza installata nominale superiore a 35 kW.

Bonus verde

Per tutto il 2020 sarà valida la detrazione fiscale del 36% per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze  o  recinzioni,  impianti di irrigazione,realizzazione pozzi e realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.